Skip to main content

INIZIO APRILE 2024

Arriva in Italia l’unico e originale Master internazionale in Psiconeuroimmunologia Clinica del Pruimboom Institute®

Da oltre 35 anni ci occupiamo di formazione, ricerca, sviluppo e gestione di programmi educativi in psiconeuroimmunologia clinica (PNIC).

Siamo presenti a livello internazionale in 10 paesi: Spagna, Belgio, Paesi Bassi, Germania, Svizzera, Austria, Turchia, Argentina, Messico e Brasile e presto anche in Italia e in altri paesi.

Migliaia di professionisti della salute di tutto il mondo si sono già formati con noi in questa disciplina e hanno cambiato il loro paradigma scientifico e clinico.

In quanto creatori di questa medicina funzionale, sappiamo quali sono le esigenze di formazione, gli elementi essenziali per l’apprendimento e i punti chiave per applicarli efficacemente nel lavoro quotidiano con i pazienti.

Sostenuti da un comitato internazionale di scienziati di varie discipline, siamo la migliore offerta formativa in Psiconeuroimmunologia Clinica.

Pruimboom Institute, all’avanguardia nella Psiconeuroimmunologia Clinica

Diretto dal Dr. Leo Pruimboom, è il centro di riferimento internazionale e la fonte scientifica più influente nel campo della Psiconeuroimmunologia Clinica.

Leo Pruimboom ha stabilito nuove frontiere nella conoscenza della fisiologia umana, introducendo nuovi approcci e modalità innovative nello studio della salute.

Autore di 3 libri e quasi 30 articoli scientifici nel campo della Psiconeuroimmunologia Clinica, le sue pubblicazioni includono la tesi di dottorato del 2017 “The multiple faces of the human immune system”, un lavoro magistrale su come la vita moderna provochi un conflitto tra il sistema immunitario e il cervello.

Che cos’è la Psiconeuroimmunologia Clinica?

Applicazione clinica basata su una scienza sistemica avanzata, che mette in relazione cervello, sistema immunitario e metabolismo attraverso diversi meccanismi d’azione. L’equilibrio di questa relazione è alla base della salute e della malattia.

Nessun sistema corporeo funziona in modo isolato e questa connessione si riflette nella salute e nella malattia dell’essere umano.

Grazie a questo cambio di paradigma, sono stati sviluppati modelli e metamodelli di diagnosi e trattamento per il recupero della salute basati sulla Psiconeuroimmunologia Clinica, attraverso interventi sullo stile di vita, di cui il dottor Leo Pruimboom è il principale pioniere a livello mondiale.

Qualsiasi patologia può essere trattata attraverso la PNIc sulla base delle proprie competenze da profilo profesionale il master è aperto a tutti gli operatori sanitari che desiderano ampliare i propri orizzonti professionali: medici di tutte le specialistiche, fisioterapisti, infermieri, psicologi, nutrizionisti, odontoiatri, farmacisti…

Il nostro master

Master in Psiconeuroimmunologia Clinica del Pruimboom Institute offre l’opportunità di acquisire una visione innovativa, all’interno di un quadro scientifico, in cui il paziente è il protagonista dell’intervento e il professionista della salute possiede tutti gli strumenti per orientare il suo stile di vita.

Perché sceglierci?

35 anni di esperienza nella formazione I creatori internazionali di questa disciplina
Master in Psiconeuroimmunologia Clinica:

La Pontificia Università di Salamanca offre, accredita e approva il master in Psiconeuroimmunologia Clinica Pruimboom Institute, valido in tutto il mondo.

La prima cattedra al mondo di Psiconeuroimmunologia Clinica condivisa con l’Università di Granada, che colloca gli studenti formati presso Pruimboom Institute ai massimi livelli, offrendo la possibilità di conseguire un dottorato in questa disciplina.

Programma

Il nostro obiettivo è far sì che i nostri studenti migliorino le loro competenze cliniche e, a tal fine, cerchiamo un equilibrio tra i contenuti teorici, sempre orientati alla clinica, e la loro applicazione pratica. Un vero e proprio accompagnamento durante i tre anni di formazione per facilitare il passaggio dalle conoscenze intellettuali alla pratica clinica quotidiana.

+
Modulo 1
Introduzione alla PNIC, sindrome dell’intestino permeabile, infiammazione di basso grado e diagnosi di base.

Modulo 1

Contenuto

Per tre giorni, sarete accompagnati in un viaggio che collega tutti i sistemi, gli organi e l’individuo  nel  suo  complesso  attraverso  la  neurologia, la psicologia, l’endocrinologia,  la biochimica, la fisica e, naturalmente, l’immunologia. Inoltre, verranno affrontati due meccanismi fondamentali, centrali nell’ambito della formazione particolarmente per le persone con malattie croniche: la sindrome della barriera permeabile (pelle, polmoni, cervello e intestino) e l’infiammazione di basso grado. Il terzo giorno imparerete a fare una diagnosi di PNI in modo da poter iniziare a lavorare immediatamente nella pratica.

Obiettivi di apprendimento

Gli studenti dovranno:

  • Imparare i principi del PNcI come scienza che collega tutti i sistemi.
  • Sviluppare una mentalità evolutiva e applicarla nella propria vita.
  • Creare collegamenti tra tutti i sistemi del corpo umano e tra gli esseri umani e il loro ambiente. Questa conoscenza si traduce nella capacità di ridurre i sintomi a una serie di meccanismi d’azione fondamentali.

Acquisire le competenze di base necessarie per effettuare una diagnosi di PNI.

  • Identificare l’eventuale presenza di una barriera non funzionante e di un’infiammazione di basso grado nei vostri pazienti e trattare queste due entità con un protocollo basato sull’evidenza scientifica nell’ambito della PNI.
  • Imparare a utilizzare e integrare i 5 metamodelli della salute.
+
Modulo 2
Neuroendocrinologia

Modulo 2

Contenuto

Questo modulo esplora il modo in cui il nostro corpo ha imparato a rispondere ai cambiamenti omeostatici (ad esempio lo stress) e come questa risposta possa proteggerci o farci ammalare. Il primo giorno è dedicato al simpatico e all’asse HPA. I restanti due giorni sono dedicati a tutti gli altri assi che provengono dall’organo di regolazione omeostatica di tutti gli animali viventi sulla terra: l’ipotalamo.

Lo stress è molto più di un peso psico-emotivo. Fattori come il cambiamento di temperatura ambientale, il mangiare troppo spesso e la mancanza di sonno sono anch’essi fattori di stress e richiedono una reazione da  parte  di  uno o più assi dell’ipotalamo. Anche in questo caso, l’evoluzione giocherà un ruolo importante all’interno di questo modulo, poiché il nostro ipotalamo è rimasto quasi identico negli ultimi 250 milioni di anni, il che significa che la vita moderna è molto “estranea” a questo organo.

Obiettivi di apprendimento

Gli studenti dovranno:

  • Imparare la differenza tra omeostasi e allostasi e utilizzarla per identificare i disturbi dell’asse ipotalamico.
  • Analizzare la funzione dell’ipotalamo utilizzando strumenti di misurazione e parametri funzionali convalidati.
  • Imparare a trattare i pazienti con infiammazione universale dell’ipotalamo, poiché è la causa della maggior parte, se non di tutte, le malattie croniche non infettive.
  • Utilizzare i concetti di stress fisico e mentale per guidare i pazienti con interventi specifici.
  • Imparare a utilizzare una serie di test per determinare la risposta dei pazienti allo stress: il Trier Social Stress Test, il test di neuroglicopenia, il test di reazione autonomica, il test di stress da freddo (CST) e il test di stress associato di Maastricht (MAST).
+
Modulo 3
Medicina evolutiva

Modulo 3

Contenuto

Questo modulo tratta gli aspetti evolutivi che hanno reso gli esseri umani, le piante e gli altri esseri viventi ciò che siamo oggi. I fattori di stress antropici più vecchi e conosciuti, come le infezioni, la fame, la sete e i cambiamenti climatici, hanno portato innumerevoli adattamenti nel nostro genoma e nel modo in cui il genoma funziona (l’epigenoma).

Nuovi fattori di rischio come la vita sedentaria, il mangiare 6 volte al giorno, lo stress da ipoteca e molti altri fattori sono così nuovi per il geneticamente “vecchio: homo sapiens” che il nostro controllore della salute , l’ipotalamo, non ha ancora trovato una soluzione per loro.

Questi nuovi fattori di stress, sono in conflitto con il nostro genoma, pieno di polimorfismi destinati a sopravvivere nelle condizioni precedenti; gli stessi polimorfismi, insieme alle epimutazioni, sono oggi la causa della maggior parte, se non di tutte, le malattie croniche di cui soffre l’uomo moderno, soprattutto nel ricco Occidente, per cui, queste malattie, possono essere considerate cicatrici evolutive.

Genetica, epigenetica, polimorfismi e fattori di stress evolutivo sono i temi di cui ci occuperemo nel primo giorno. Il secondo giorno, invece, ci occuperemo di “come funziona” e “perché funziona così”, le domande più importanti della PNI clinica evolutiva. Il terzo giorno tradurremo tutte le conoscenze evolutive in interventi certi in una serie di condizioni molto comuni.

Obiettivi di apprendimento

Gli studenti dovranno:

  • Osservare i pazienti dal  punto di vista del perché funzionano nel modo in cui funzionano, secondo la prospettiva evolutiva.
  • Imparare i meccanismi d’azione evolutivi responsabili delle malattie odierne e utilizzare gli strumenti per ripristinare questi meccanismi nei pazienti.
  • Identificare le malattie come cicatrici evolutive e utilizzare interventi evolutivi per trattare le persone affette da queste condizioni.
  • Scoprire il significato del concetto di vita intermittente e applicare alcuni interventi nella propria vita.
  • Imparare a identificare il meccanismo d’azione in evoluzione con cui l’”errore” viene utilizzato dalpaziente (ad esempio, resistenza all’insulina e al cortisolo).
  • Presentare un elenco di parametri funzionali che permettano di identificare un disordine di un meccanismo d’azione in evoluzione.
+
Modulo 7
Integrazione del 1º anno

Modulo 7

Contenuto

Questo modulo integra i primi sei moduli del primo anno di studio attraverso il concetto di organi egoisti, ovvero il cervello egoista, il sistema immunitario egoista e il sistema metabolico egoista. Discuteremo le strategie utilizzate finora per sostenere i vari sistemi sia dal punto di vista anatomico che funzionale.

Normalmente, i tre sistemi dovrebbero lavorare insieme in armonia, mentre questa cooperazione è disturbata nelle persone affette da malattie croniche. Il modo in cui uno dei sistemi prende il sopravvento porta a determinati disturbi, noti anche come disordine cerebrale egoista, disordine del sistema immunitario egoista o disordine del sistema metabolico egoista. Inoltre, verrà discussa in modo approfondito la metodologia utilizzata per mappare i disturbi dei tre sistemi.

Alcuni disturbi, tra cui la malattia di Hashimoto, la depressione e il burnout, saranno discussi in modo specifico utilizzando i cinque metamodelli.

Anche il sistema riproduttivo è stato recentemente introdotto come egoista. Pertanto, comprenderemo il perché l’asse HPG svolge un ruolo importante. La sindrome premestruale e altri disturbi dell’asse HPG verranno discussi sia a livello teorico  e completati con un protocollo terapeutico.

Obiettivi di apprendimento

Gli studenti dovranno:

  • Imparare i tre super-sistemi e le sindromi più comuni in base ai parametri clinico-chimici e funzionali a cui appartengono.
  • Trattare i pazienti influenzando uno o più super-sistemi.
  • Imparare a utilizzare i cinque metamodelli nel contesto del trattamento di pazienti reali.
+
Modulo 10
Alimentazione e movimento

Modulo 10

Contenuto

Questo modulo tratta l’impatto dell’esercizio fisico e dell’alimentazione sulla salute e sulle malattie. In primo luogo, vengono spiegati in modo approfondito la teoria del movimento e l’impatto della vita sedentaria. Poi si pone l’accento sul movimento come medicina applicato alle persone che soffrono di  malattie come l’ipertensione, le malattie cardiovascolari, le malattie autoimmuni e il diabete.

Un tema importante di questo modulo sarà analizzare non solo la necessità di muoversi, ma anche il motivo per cui le persone non si muovono abbastanza e tendono a condurre una vita sedentaria. Quest’ultimo argomento può essere affrontato solo da una prospettiva evolutiva. Al termine del modulo imparerete a combinare alimentazione e movimento in modo tale da formare insieme una potente arma preventiva e curativa.

Obiettivi di apprendimento

Gli studenti dovranno:

  • Sviluppare un piano di alimentazione e movimento ottimale per un paziente reale che influenzi uno o più meccanismi d’azione.
  • Scoprire quale programma di esercizio universale influisce positivamente su ciascun quadro clinico.
  • Scoprire cosa influenza i meccanismi d’azione dell’alimentazione, del movimento e dei supplementi.
  • Imparare a misurare le condizioni dei pazienti per stabilire un programma di allenamento ottimale combinato con un programma di nutrizione, nonché una misura di guarigione e cura.
  • Imparare a determinare la variabilità della frequenza cardiaca e quindi il funzionamento del sistema nervoso para-simpatico.
+
Modulo 11
Psicologia all’interno della PNIc

Modulo 11

Contenuto

Questo modulo è pieno di psicologia e psichiatria secondo una prospettiva evolutiva. Nulla ha tanta influenza sull’uomo quanto i suoi pensieri e sentimenti. Il nostro modo di essere, pensare e sentire è fortemente influenzato dal nostro background evolutivo e molti problemi possono essere ricordati.

In questo modulo si presta molta attenzione alle tecniche basate sull’evidenza e provenienti  da  diverse scuole di psicologia. Dall’identificazione delle meta-emozioni (senso di colpa, vergogna) e dei meta-pensieri (per il mio problema non c’è soluzione) vengono scelte le tecniche per cambiare i meta-temi e far ripartire le persone. L’impotenza e la mancanza di speranza sono due meta- problemi che inducono le persone a non fare nulla per migliorare la propria salute. Per dare alle persone una nuova possibilità, si possono utilizzare, tra le altre cose, le tecniche di reframing e le tecniche neuropsicologiche.

Se si riescisse a minare l’ipotesi che ha causato il blocco del paziente, quest’ultimo potrà almeno iniziare a dubitare delle proprie convinzioni. Questo farà sì che il paziente si muova di nuovo.

Obiettivi di apprendimento

Gli studenti dovranno:

  • Applicare la corretta psicotecnica basata sul modello a cinque componenti e sul concetto di contesto testuale.
  • Identificare ed essere in grado di cambiare le meta-emozioni e i meta- pensieri nella mente dei pazienti, fornendo nuove risorse.
  • Impostare i limiti al livello P in PNIc. Se non si dovesse riuscire più a dare una risposta al paziente cio’ significherebbe che il paziente necessiterà dell’aiuto di qualcun altro.
+
Modulo 15
Personalità, religione e spiritualità

Modulo 15

Contenuto

In questo modulo esploriamo la psicologia e la psichiatria evolutiva e i suoi effetti sui sistemi corporei. Niente ha tanta influenza sull’uomo quanto i suoi pensieri e sentimenti. Il nostro modo di essere, pensare e sentire è fortemente influenzato dal nostro background evolutivo e molti problemi possono essere ricordati.

Durante questo modulo si presterà molta attenzione alle tecniche basate sull’evidenza, come la terapia cognitivo-comportamentale, la mindfulness e la psicologia transgenerazionale. Diverse tecniche psicologiche verranno trattate e applicate nella pratica, sempre dopo aver fatto una diagnosi a livello neuropsicologico e neuroanatomico. Argomento centrale sarà l’analisi della personalità, sia teorica che pratica; la personalità sceglie la malattia. Essenziali per l’applicazione della P in PNI sono tutti i moduli sopra citati, anche se durante questi moduli si saranno già affrontati argomenti di formazione psicologica. In fondo, ciò che funziona è la psiconeuroimmunologia clinica e la medicina.

Obiettivi di apprendimento

Gli studenti dovranno:

  • Applicare la corretta psicotecnica basata sul modello a cinque componenti e sul concetto di contesto testuale.
  • Riformulare i disturbi causati da fattori di rischio nella vita moderna utilizzando la conoscenza dei modelli evolutivi di comportamento.
  • Imparare a indurre cambiamenti curativi nel cervello per combattere varie malattie.
  • Sviluppare la capacità di interagire in modo diverso con una persona appartenente a uno dei quattro gruppi di persone trattati in questo modulo.
+
Modulo 16
Medicina dello stile di vita

Modulo 16

Contenuto

Durante questo modulo svilupperete un programma di vita unico basato sulla conoscenza del motivo per cui le persone non si muovono, non mangiano bene, non dormono in orario e non stanno molto sedute.

Gli attuali progetti sullo stile di vita si concentrano principalmente su regimi nutrizionali come quelli ad alto contenuto di grassi, diete a basso contenuto di carboidrati e altri interventi dietetici che, ovviamente, funzionerebbero molto bene se le persone seguissero la terapia. Questo modulo non solo spiega come lo stare troppo seduti faccia ammalare le persone, ma anche perché le persone fanno quello che fanno. Sulla base di queste conoscenze, è possibile sviluppare un programma di vita veramente efficace, che potrebbe prevenire molte malattie, tra cui il sovrappeso naturale, il diabete di tipo 2, ma probabilmente anche l’Alzheimer e molte forme di cancro.

Un concetto di stile di vita basato sul modello dello stile di vita intermittente è il risultato finale di questo modello combinato con tutte le altre conoscenze e abilità pratiche acquisite durante il corso.

Obiettivi di apprendimento

Gli studenti dovranno:

  • Scoprire perché le persone non attuano interventi sullo stile di vita, nonostante conoscano le conseguenze negative del mancato movimento, del fumo, dello stare troppo seduti e del mangiare troppo.
  • Utilizzare interventi sullo stile di vita basati sull’evidenza nella forma, frequenza e quantità corrette.
  • Abbinare la terapia del paziente con interventi specifici basati sulla conoscenza dell’aderenza terapeutica.
  • Imparare a motivare le persone nel modo giusto e quindi a renderle fedeli agli interventi sullo stile di vita.
  • Imparare a utilizzare una serie di tabelle nutrizionali (strumenti) per lo sviluppo di uno stato chetogenico, che riporterà il cervello al numero 1 nella gerarchia delle priorità biologiche, oltre una serie di altre cose.
+
Modulo 17
Sport ad alte prestazioni

Modulo 17

Contenuto

Questo modulo si occupa degli organi che compongono il sistema metabolico, ovvero cuore, polmoni e reni. Le funzioni fisiologiche vengono prima trattate da un punto di vista evolutivo e poi fisiopatologico. I disturbi metabolici rimangono la principale causa di morte per questo motivo richiedono di essere esaminate da una nuova prospettiva per garantire un intervento di prevenzione.

Molte malattie degli organi metabolici hanno origine dall’infiammazione cronica dell’ipotalamo e dominano il sistema immunitario egoista. La conoscenza di queste interazioni è essenziale per guidare le persone affette da malattie renali polmonari e cardiovascolari. L’elemento centrale di questo modulo è il funzionamento del sistema altamente complesso di renina, angiotensina e aldosterone.

In questo modulo, inoltre, la pelle verrà trattata come un organo. Disturbi come la psoriasi, l’eczema e la neurodermite non hanno solo una componente immunologica, ma anche metabolica. 

Obiettivi di apprendimento

Gli studenti dovranno:

  • Scoprire come funzionano gli organi, perché esistono e come sono collegati tra loro attraverso l’asse ipotalamo-ipofisi.
  • Diagnosticare le malattie comuni degli organi interni con strumenti di misura validi.
  • Vedere i pazienti che hanno organi trascurati o iperattivi e trattarli con interventi PNIc che ridistribuiscono l’energia.
  • Imparare a utilizzare lo strumento di misurazione del bioritmo del sistema RAA.
  • Organizzato in 3 anni accademici, con un totale di 18 seminari suddivisi in 6 moduli ogni anno.
  • La durata di ogni seminario è di 3 giorni (da venerdì a domenica).
  • Formazione ibrida: il 75% dei contenuti è in diretta online e il restante 25% in presenza.
  • Certificato ufficiale al completamento del master
  • È richiesto un diploma o una laurea in una qualsiasi delle discipline delle Scienze della Salute.
  • Posti limitati
  • 90 ECTS

Date: Moduli 1-6


ModuliDateModalità
1. Introduzione alla PNIC
Aprile 2024 – 5, 6, 7

Formazione in presenza

2. Neuroendocrinologia
Maggio 2024 – 10, 11, 12

Formazione in distance sincrona
Obbligo di frequenza

3. Medicina Evolutiva
Giugno 2024 – 7, 8, 9

Formazione in distance sincrona
Obbligo di frequenza

4. Immunologia
Settembre 2024 – 12, 13, 14, 15

Formazione in distance sincrona
Obbligo di frequenza

5. Dolore, Guarigione delle Ferite, Resoleomica
Ottobre 2024 – 11, 12, 13

Formazione in distance sincrona
Obbligo di frequenza

6. Organi I (Sistema Digestivo e Orofacciale)
Novembre 2024 – 22, 23, 24

Formazione in distance sincrona
Obbligo di frequenza

Il nostro team di Insegnanti

Il team internazionale di docenti di Psiconeuroimmunologia Clinica del primo anno è composto da diversi professionisti del settore sanitario che sono coinvolti nella pratica clinica quotidiana di questa disciplina e continuano periodicamente la loro formazione.
L’intero team di insegnanti è stato addestrato da Leo Pruimboom.

Chi è Pruimboom Institute Italia?

Siamo Anna Linda Caponio e Thais Hernanz. Facciamo parte della struttura internazionale del Pruimboom Institute e siamo responsabili dell’organizzazione e del coordinamento del Master in PNIc in Italia. Siamo a vostra disposizione per fornirvi tutte le informazioni necessarie.

Iscriviti al Master Internazionale di Psiconeuroimmunologia Clinica

F.A.Q.
Requisiti di ammissione

Solo gli studenti che hanno una Laurea Professionale abilitante nel campo della salute saranno in grado di ottenere il titolo di Master.

Come si svolge la formazione

Il Master si compone di 18 moduli per 3 anni, 6 moduli per ogni anno. Ogni modulo vede rispetto al successivo circa 6-8 settimane di pausa, con un periodo di riposo durante l’estate. Ciascun modulo ha una durata di 3-4 giorni, più una successiva sessione interamente dedicata ad un confronto diretto con il/la Prof. del modulo, con l’obiettivo di risolvere i dubbi del modulo.


Durante tutto il triennio, ci saranno tra i 5 e i 6 moduli in presenza. Il resto sarà in FAD sincrona (con obbligo di frequenza), con il docente dal vivo.
Nel primo anno, nei moduli 4 e 5 ci sarà un caso clinico, e nel secondo e terzo Anno Accademico ci saranno giorni dedicati alla pratica clinica con pazienti reali.
Al termine delle lezioni online sincrone, avrai a disposizione per la durate dell’intero Anno Accademico la registrazione della lezione a cui poter accedere da remoto (tranne che per i casi clinici con i pazienti, per questione di privacy).

Validità e accreditamento

La formazione ha 90 crediti del Sistema Europeo di trasferimento e accumulazione di crediti (ECTS), così come l’accreditamento del Master da parte dell’Università Pontificia di Salamanca (Spagna)

Numero massimo di iscritti

50 studenti per ogni Anno Accademico.

Materiale didattico

Tutti i materiali sono forniti in formato digitale. Per ogni modulo, lo studente riceverà:

  • Testo di riferimento sui temi del modulo
  • Presentazioni della classe
  • Articoli scientifici relativi al tema del modulo
Sito web e portale studenti

Come studente, avrai accesso al tuo portale dove troverai e potrai scaricare tutto il materiale didattico, accedere alle lezioni online e alle tue ricevute di pagamento.

Esami e assistenza

Al termine di ogni anno di formazione, lo studente deve superare un esame teorico a scelta multipla. L’esame si svolgerà il primo giorno dell’Anno Accademico successivo, vale a dire l’esame del primo anno (PNI 1) si svolgerà il giorno in cui inizia il primo modulo del secondo anno (o modulo 7 dell’intero percorso), e così via con l’esame del secondo anno (PNI 2) il giorno che inizia il terzo anno (modulo 13). Per l’ultimo Anno Accademico è prevista una prova pratica individuale, con un paziente reale col quale sarà svolta una prima visita di PNIc. Nel caso in cui uno o più esami non venga superato, lo studente avrà altre due opportunità per poterli sostenere e potrà iscriversi e frequentare l’Anno Accademico successivo.
Al termine del terzo anno del Master, vale a dire di tutti e 18 moduli di formazione, lo studente deve superare un esame teorico e il pratico.

Per ottenere il titolo di Master, è necessario che lo studente abbia superato tutti gli esami. Per poter partecipare agli esami è necessario aver frequentato almeno l’80% delle lezioni.

Sviluppo del contenuto didattico del master

Il Pruimboom Institute e il suo Comitato Scientifico sono responsabili dell’organizzazione e del contenuto didattico del Master. Questo comitato si riunisce ogni tre mesi per mantenere i contenuti costantemente aggiornati e includere gli ultimi progressi della letteratura scientifica.


Il Comitato Scientifico del Pruimboom Institute è composto dalla Prof. Dott. Marion Raab, il Prof. Dott. Frits Muskiet, Msc. Daniele di La Serna, Msc. Giuseppe Hernández, Lic. Tom Fox e il Dott. Leo Pruimboom.

Docenti

Il programma del Master è insegnato da professori del Pruimboom Institute e dai suoi associati nei diversi campus. È l’Università Pontificia di Salamanca che concede i diplomi che certificano il titolo di Master in Psiconeuroimmunologia Clinica.

Iscrizioni e prezzo

Il costo di iscrizione per il singolo Anno Accademico è di 3450€. È possibile scegliere di dilazionare il pagamento in 1, 4, 6 o 10 rate. Al momento dell’iscrizione, sarà addebitata la prima rata del pagamento a seconda del numero di rate scelte. Le restanti rate saranno addebitate in automatico sulla modalità di pagamento indicata al momento dell’iscrizione dal primo mese di inizio lezioni dell’Anno Accademico.

**Esempio
L’iscrizione viene completata il 3 agosto.
Lo stesso giorno o quello successivo (a seconda dell’istituto di credito della modalità di pagamento indicata) sarà addebitata la prima rata, con importo dipendente dal numero di rate scelte per il dilazionamento. Le rate successive saranno addebitate in automatico ogni giorno 3 a partire dal mese di inizio Anno Accademico (2° rata a dicembre 2023, 3° rata a gennaio 2024, etc.).

Come possiamo aiutarti?

Hai dei dubbi o vuoi qualche altra informazione sul Master?

Compila il modulo per richiedere una call con Anna Linda, Responsabile Accademico per l’Italia.



    [current_url]

    Seguici